Doppiare la voce dei bambini

La maggior parte delle voci dei bambini sono date da adulti che riescono ad avere diverse intonazioni di voci. Sono rari i bambini doppiatori, perchè i doppiatori sono prima di tutto degli ottimi attori!

Doppiare la voce di un bambino

Provate a sintonizzarvi su uno dei vostri canali televisivi preferiti e chiudete gli occhi: ecco la voce in falsetto di SpongeBob, le grida di attacco di Yu-Gi-Oh o Bakugan, le schermaglie di Bart e Homer Simpson o i gorgheggi in “Glee”. Toni e sfumature diverse, efficaci, che ci danno il ritmo e le emozioni del dialogo. Tutto merito dei doppiatori, le voci nell’ombra, come recita il titolo del festival italiano più importante sul doppiaggio. Attori che si nascondono dietro altri attori o personaggi di film o telefilm e che contribuiscono al successo di una produzione senza godere della gloria di chi ci mette anche la faccia.

Un doppiatore passa da uno studio di registrazione all’altro, e sa essere al contempo giovane e vecchio, umano e animale, creatura immaginaria e ballerino, e anche femmina e maschio.

Nei cartoni animati le voci dei bambini maschi sono spesso affidate a doppiatrici donne: per esempio è una donna (Federica Valenti) la voce di Casper, e quella di Goku da giovane (Patrizia Scianca).

Un doppiatore può fare voci diversissime: Claudio Moneta, che ha una voce molto profonda, passa dai personaggi di Diabolik e di Zorro, a SpongeBob e a Boss in Hamtaro.

Se un attore deve essere fotogenico, un doppiatore deve avere una voce fonogenica, con una dizione priva di inflessioni dialettali o difetti.

Nel caso dei film d’animazione si ricorre spesso ad attori famosi o a personaggi della televisione (i talent) con una voce riconoscibile dal grande pubblico. Nella foto sotto vedete, per esempio, la conduttrice Victoria Cabello nello studio di registrazione del film “Rio”, in cui doppiava la pappagallina Gioiel.

In rari casi il doppiatore del film in lingua originale rimane lo stesso anche nella versione italiana, come è accaduto ad Antonio Banderas, che ha dato la voce al Gatto con gli Stivali sia in inglese, che in spagnolo che in italiano.

Nella foto Alessandro Laffi per lo spot di Tommy Hilfiger

Condividi sui social!